LIMITAZIONI ACCESSI

MODALITA’ DI ACCESSO AGLI UFFICI

 a) Gli utenti appartenenti alla tipologia 1 possono frequentare i locali del DII tutti i giorni dalle ore 7:00 alle ore 22:00, compresi i giorni festivi.

 b) Gli utenti appartenenti alla tipologia 2, 3 e 4 possono accedere i locali del DII dal lunedì al venerdì dalle ore 7:30 alle ore 19:00. Possono accedere negli orari di cui a) solo se accompagnati  da utenti di tipologia 1.

 c) Tutta l’utenza non individuata nelle tipologie 1, 2, 3 e 4  può accedere ai locali del DII solo durante l’orario di apertura al pubblico.

Possibili variazioni delle regole di accesso sono pubblicizzate mediante:
- cartellonistica affissa nelle principali bacheche di edificio;
- cartellonistica affissa sulle porte principali d’ingresso degli edifici;
- nella home-page del sito del DII: http://www.dii.unipd.it/

Nessun utente deve trovarsi all’interno del DII oltre le ore 22:00: dopo tale orario, sono attivati i sistemi di allarme antintrusione collegati all’istituto di vigilanza convenzionato. All’utente che rimanendo oltre le ore 22:00 fa scattare l’allarme, la Direzione addebiterà il costo dell’intervento dell’istituto di vigilanza.

MODALITA’ DI ACCESSO AI LABORATORI

L’ autorizzazione per l’accesso ai laboratori si ottiene sempre mediante la registrazione sulla piattaforma Persone DII. Per motivi di sicurezza l’accesso ai laboratori è consentito:
- per gli utenti tipologia 1 dal lunedì al venerdì dalle ore 07:15 alle 19:30
- per le tipologie di utenti 2, 3 e 4 dal lunedì al venerdì dalle 7:30 alle 19:00.
La conduzione di attività nei laboratori deve svolgersi ottemperando alle norme previste dalla normativa sulla sicurezza. Si dispone pertanto siano osservate le seguenti disposizioni:

a.     siano sostenuti e superati i test formativi sulla sicurezza per i rischi sui luoghi di lavoro. La  scheda di rischio sarà inviata automaticamente al servizio di medicina preventiva. (Vedi guida frequentatori)

b.      siano osservate le istruzioni date dal Preposto  di laboratorio per l’utilizzo di apparecchiature, macchine, apparati scientifici ecc. mediante  istruzioni operative, manuali uso e manutenzione nonché avere consultato le schede di sicurezza di  sostanze chimiche, biologiche  o gas tecnici o tossici in uso nei laboratori. Tutto il materiale documentale delle attrezzature e macchine di laboratorio e i verbali di avvenuta formazione specifica devono essere disponibili presso i laboratori.

c.     se previsto sia effettuato adeguato e documentato addestramento per l’uso di attrezzature o apparecchiature o di impianti chimici, meccanici, elettrici o biologici. La formazione specifica è a cura del responsabile di Laboratorio e del preposto.

d.     siano utilizzati i Dispositivi di Protezione Individuale messi a disposizione in ogni laboratorio previo formazione o addestramento; I dispositivi devono essere assegnati individualmente e scelti in  base al rischio specifico.

e.       siano osservate le procedure previste in caso di emergenza (incendio, terremoto, ecc...) 

Per l’adempimento a queste disposizioni rivolgersi al Preposto del laboratorio/i per cui si fa richiesta di accesso. La lista Responsabili-Preposti dei laboratori è consultabile su: https://www.dii.unipd.it/servizi/sicurezza .
Per l’accesso nei laboratori in orari o in giorni non previsti dalla suddetta disposizione dovrà essere inoltrata richiesta scritta e motivata al Direttore e sarà autorizzata soltanto per utenti di tipologia 1 ovvero personale strutturato. La tipologia di utenti 2 potrà accedere ai laboratori fuori dagli orari previsti solo se accompagnati da utenti tipologia 1 sempre previo autorizzazione del Direttore.
In ogni caso si raccomanda che nei laboratori siano presenti sempre almeno due persone.
L’accesso ai laboratori da parte di Visitatori è consentito durante l’orario di apertura al pubblico e solo se accompagnati da utenti tipologia 1 e 2.

ACCESSO AI PARCHEGGI 

L’utilizzo dei parcheggi auto è consentito alle persone della tipologia 1
La Direzione del DII potrà comunque considerare eventuali casi o esigenze particolari e rilasciare autorizzazione in deroga a termine.